Crampi notturni alle gambe: consigli per il trattamento e la prevenzione

crampi notturni

Immagina di essere sdraiato e che la gamba inferiore si impadronisca. Il dolore è abbastanza intenso da farti venire voglia di urlare. Non si lascia alzare, e il tuo muscolo è difficile al tatto. Quando si tenta di muovere la gamba, si sente paralizzato. Ti suona familiare?

Secondo l’American Family Physician, i crampi notturni alle gambe colpiscono fino al 60 per cento degli adulti. A volte indicati come spasmi muscolari, si verificano quando uno o più muscoli della gamba si stringono involontariamente.

Crampi alle gambe più spesso colpiscono il muscolo gastrocnemius (muscolo del polpaccio) che si estende la parte posteriore di ogni gamba dalla caviglia al ginocchio. Tuttavia, possono anche influenzare i muscoli nella parte anteriore di ogni coscia (quadricipiti) e la parte posteriore di ogni coscia (muscoli posteriori).

Si può essere sveglio o addormentato quando un crampo alla gamba colpisce. La maggior parte del tempo, il muscolo si rilassa in meno di 10 minuti. La gamba potrebbe sentirsi dolorante o tenera per un massimo di un giorno dopo. Frequenti crampi al vitello di notte possono disturbare il sonno.

Crampi alle gambe durante il sonno sono più comuni tra le donne e gli adulti più anziani.

Le cause dei crampi alle gambe notturni

Gli esperti non sanno esattamente cosa causa crampi alle gambe di notte. Ci sono, tuttavia, fattori noti che possono aumentare il rischio. Nella maggior parte dei casi, i crampi notturni alle gambe sono idiopatici, il che significa che la loro causa esatta non è nota.

Crampi gamba di notte possono essere correlati alla posizione del piede. Dormiamo spesso con i piedi e le alture che si estendono lontano dal resto del nostro corpo, una posizione chiamata flessione plantare. Questo accorcia i muscoli del polpaccio, rendendoli più suscettibili ai crampi.

Altri fattori che possono contribuire ai crampi alle gambe notturne includono:

Sedentario. I muscoli devono essere allungati regolarmente per funzionare correttamente. Stare seduti per lunghi periodi di tempo potrebbe rendere i muscoli delle gambe più suscettibili ai crampi.
Sovraespressione muscolare. Troppo esercizio fisico può creare un muscolo oberato di lavoro e può essere associato con crampi muscolari.
Posizione seduta scorretta. Seduto con le gambe incrociate o le dita dei dei dati puntati per lunghi periodi di tempo accorcia i muscoli del polpaccio, il che potrebbe portare a crampi.
Prolungata attività in piedi. La ricerca suggerisce che le persone che stanno in piedi per lunghi periodi di tempo sul lavoro sono più propensi a sperimentare crampi alle gambe notturne.
Attività nervosa anormale. Secondo studi elettromiografici, i crampi alle gambe sono associati a una maggiore, cottura nervosa anormale.
Accorciamento dei tendini. I tendini, che collegano muscoli e ossa, accorciano naturalmente nel tempo. Questo potrebbe portare a crampi ai muscoli.
I crampi alle gambe di notte sono improbabile che siano il primo segno di una condizione medica più grave. Essi sono tuttavia associati alle seguenti condizioni:

  • Gravidanza
  • problemi strutturali, come piedi piatti o stenosi spinale
  • disturbi neurologici, come la malattia del motoneurone o la neuropatia periferica
  • disturbi neurodegenerativi, come il morbo di Parkinson
  • disturbi muscolo-scheletrici, come l’osteoartrite
  • condizioni del fegato, dei reni e della tiroide
  • disturbi metabolici, come il diabete
  • cardiovascolari, come malattie cardiache o malattie vascolari periferiche
  • farmaci, come statine e diuretici

Trattamento dei crampi alle gambe

Anche se i crampi alle gambe di notte possono essere intensamente dolorosi, non sono in genere gravi. La maggior parte delle persone che li sperimentano non hanno bisogno di cure mediche.

Si può provare quanto segue a casa per cercare di alleviare un crampo:

Massaggia la gamba. Strofinare il muscolo interessato può aiutare a rilassarsi. Utilizzare una o entrambe le mani per impastare delicatamente e allentare il muscolo.
Tira la gamba. Se il crampo è nel polpaccio, raddrizzare la gamba. Flettete il piede in modo che sia sollevato per affrontare voi e le dita dei piedi sono punta verso di voi.
Cammina sui talloni. Questo attiverà i muscoli di fronte al polpaccio, permettendogli di rilassarsi.
Applicare il calore. Il calore può lenire i muscoli stretti. Applicare un asciugamano caldo, una bottiglia di acqua calda o un termosifone per l’area interessata. Fare un bagno caldo o la doccia può anche aiutare.
Bevi succo di sottaceto. Alcune prove suggeriscono che bere una piccola quantità di succo di sottaceto può aiutare ad alleviare i crampi muscolari.
Prendi un antidolorifico da banco se la tua gamba è dolorante dopo. Farmaci antinfiammatori non steroidei (NSAID) come ibuprofene (Advil, Motrin) e naproxen (Aleve) possono aiutare ad alleviare la tenerezza dopo un crampo. Anche l’acetaminofene (Tylenol) può funzionare.
Se frequenti crampi stanno interrompendo il sonno, fissare un appuntamento con il medico. Potrebbero prescrivere un rilassante muscolare per prevenire i crampi. Se i crampi sono legati a un’altra condizione medica, possono aiutare a gestire anche questo.

Come fermare i crampi alle gambe di notte

I seguenti suggerimenti possono aiutare a evitare crampi alle gambe durante il sonno:

Bere molti liquidi. I fluidi consentono la normale funzione muscolare. Potrebbe essere necessario regolare la quantità di liquidi che si bevono in base a fattori come il tempo, l’età, il livello di attività, e farmaci che stai prendendo.
Allunga le gambe. Allungare i polpacci e i tendini della coscia prima di andare a letto può ridurre la frequenza e la gravità dei crampi notturni alle gambe.
Fare cyclette. Pochi minuti di pedalata facile potrebbero aiutare ad allentare i muscoli delle gambe prima di andare a dormire.
Cambiare la posizione di sonno. Si dovrebbe evitare di dormire in posizioni in cui i piedi sono riposti verso il basso. Prova a dormire sulla schiena con un cuscino dietro le ginocchia.
Evitare biancheria da letto pesante o stretta. La biancheria da letto pesante o nascosta potrebbe spingere i piedi verso il basso mentre dormi. Scegli le lenzuola sciolte e non imboccate e un comodino che ti permetterà di tenere i piedi e le dita dei piedi in posizione verticale mentre dormi.
Scegli calzature di supporto. Le calzature povere possono aggravare i problemi con i nervi e i muscoli dei piedi e delle gambe, soprattutto se si hanno i piedi piatti.

Se hai mai sperimentato crampi alle gambe di notte, sai quanto possono essere dolorosi. Fortunatamente, di solito non sono un segno di un problema serio. Allungare i muscoli del polpaccio e del tendine del ginocchio prima di andare a letto può aiutare a prevenire crampi notturni alle gambe.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
crampi gravidanza

Crampi alle gambe durante la gravidanza, come evitarli

formiche in casa

Come uccidere le formiche in modo sicuro e atossico: 20 metodi efficaci